Aurora boreale: origine, quando e dove vederla in Norvegia e Islanda (2022)

L’aurora boreale, nota anche come aurora polare, è uno spettacolo della natura che tutti sognano di vedere almeno una volta nella vita….ma per ammirarla bisogna raggiungere l’estremo nord o sud del mondo, posti lontani e solitari nel cuore dell’inverno. Vi spieghiamo perchè e quando si verifica, dove è possibile vederla e tante curiosità sulla regina dei cieli,con tante foto e video da non perdere.

Aurora boreale: origine, quando e dove vederla in Norvegia e Islanda (1)

Contenuti

  • 1 Aurora boreale: cos’è
  • 2 Le cause dell’aurora boreale: perchè si verifica
    • 2.1 Spiegazione scientifica dell’aurora boreale
    • 2.2 Cause ed origini dell’aurora
  • 3 L’aurora boreale emette dei suoni?
  • 4 L’aurora boreale nella storia
  • 5 Quando vedere l’aurora boreale e australe
  • 6 Dove vedere l’aurora boreale e australe
  • 7 Dove vedere l’aurora boreale
  • 8 Dove vedere l’aurora australe: i posti migliori per ammirarla aurora boreale
    • 8.1 Aurora boreale nel 2020
  • 9 Consigli per ammirare l’aurora boreale
    • 9.1 Aurora boreale in Islanda
  • 10 Le immagini ed i video più belli
  • 11 Qualche consiglio per i vostri viaggi

Aurora boreale: cos’è

L’aurora, è un fenomeno ottico che ha sede nell’atmosfera terrestre,ed è caratterizzato da bande luminose di diverse forme e colori visibili anche a occhio nudo.

Può essere formata da enormi archi e raggi luminosi che si innalzano fino a 100 km dalla superficie terrestre, lungo tutto il campo magnetico.

A seconda dell’emisfero in cui si verifica, si chiama aurora boreale (nel Nord) o australe (nel Sud). Per vederla bisogna viaggiare all’estremo nord o nel sud del mondo, arrivare in Islanda o nella penisola scandinava, oppure in Artide o in Patagonia per toccare quasi il polo nord, o il polo sud, in particolare in alcuni periodi dell’anno.

Scopriamo tutto sulle aurore boreali, le cause scientifiche e dove e quando poterle ammirare.

Le cause dell’aurora boreale: perchè si verifica

Lo spettacolo delle forme e dei colori delle bande luminose dell’aurora è causato dall‘interazione di particelle cariche (protoni ed elettroni) di origine solare (vento solare) con la ionosfera terrestre (atmosfera tra i 100-500 km), è un fenomeno fisico noto e documentato, che però continua a sorprendere e a stuzzicare l’immaginazione collettiva.

Semplificando molto sono (di solito, ma non sempre) luci verdi che possono essere viste da luoghi dell’estremo nord come l’Islanda, la Scandinavia, l’Alaska e le parti settentrionali del Canada.

Aurora boreale: origine, quando e dove vederla in Norvegia e Islanda (2)

A causa della loro natura sembra che le luci si muovano nel cielo, quasi ballando, ed è uno spettacolo piuttosto impressionante. Nella cultura cinese e giapponese si crede che un bambino concepito sotto l’aurora boreale sarà benedetto dalla buona fortuna.

(Video) Aurora boreale: quando e dove vederla

Spiegazione scientifica dell’aurora boreale

L’aurora polare anche chiamata aurora borealeoaustralea seconda che si verifichi rispettivamente nell‘emisferonord o sud, è un fenomeno ottico che ha sede nell’atmosfera terrestre. Ed è caratterizzato da bande luminose di forme e colori mutevoli nel tempo e nello spazio.

Le bande di colore verde e giallo-rosso sono chiamatearchi aurorali e sono dovute all’interazione di particelle di origine solare, cariche – protoni e elettroni – con la ionosfera terrestre, ovvero l’atmosfera terrestre tra i 100 e 500 km. Protoni ed elettroni cedono la carica agli atomi neutri dell’atmosfera emettendo luce.

I particolari colori di un’aurora dipendono da quali gas sono presenti nell’atmosfera, dal loro stato elettrico e dall’energia delle particelle che li colpiscono.

Ad esempio:

  • l’ossigenoatomico è responsabile del verde
  • l’ossigeno molecolare causa il rosso
  • l’azoto causa il blu

Cause ed origini dell’aurora

L’origine è stabilita dall’azione del Sole che dista 149 milioni di km dalla Terra ed emette particelle energetiche che viaggiano formando il cosiddetto vento solare, ad una velocità compresa tra i 400 e gli 800 km/s.

Il vento solare trascina con sé il campo magnetico solare che, arrivato alla magnetosfera, interagisce con essa creando un evento luminoso simile ad una cometa.

Il campo magnetico terrestre funziona come uno scudo e scherma l’arrivo di tutte le particelle cariche che compongono il vento solare. Questo, però, riesce in parte a penetrare e ad interagire con la ionosfera terrestre, dove deposita enormi quantità di protoni ed elettroni: è la causa del fenomeno delle aurore.

Le zone artiche possiedono una protezione magnetica minore e risultano dunque le più esposte a questo fenomeno.

(Video) Consigli pratici per vedere l'aurora boreale a Tromsø Norvegia

L’aurora boreale emette dei suoni?

A completare la magnificenza di questo fenomeno naturale è l’emissione di suoni, che rendono l’evento come una danza di luce. Infatti durante l’apparizione di un’aurora è possibile, ma non sempre, udire alcuni suoni che assomigliano a sibili.

Aurora boreale: origine, quando e dove vederla in Norvegia e Islanda (3)

Non vi è certezza sulle origini di questi suoni, ma gli scienziati sostengono che siano dovuti alle agitazioni del campo magnetico terrestre causate dall’aumento della ionizzazione dell’atmosfera.

L’aurora boreale nella storia

Non è un fenomeno recente, sicuramente fu avvistata fina dall’inizio dell’umanità, ma se ne ha notizia solo in epoca più recente grazie alle descrizioni di cantastorie e alle numerose leggende dei paesi del Nord tramandate verbalmente.

Il popolo vichingo credeva che fossero dovute all’armatura delle Valchirie, le vergini guerriere, che diffondeva una luce tremolante. Al giorno d’oggi gli abitanti del posto si riferiscono spesso rispettosamente, come alla signora in verde (colore principalmente visibile dell’aurora) o regina dei cieli.

La storia scientifica di questo evento atmosferico risale al 1859, quando ne vennero avvistate alcune lungo una vasta area del territorio americano. Questo evento fu chiamato la Grande Aurora del 1859 e diede l’inizio a studi rigorosi per capirne il fenomeno. A capo del team di studiosi vi fu l’astronomo inglese Richard Christopher Carrington.

L’ultimo evento di un’intensità pari alla metà di quella del 1859 è accaduto nel 1960 provocando interruzioni radio in tutto il pianeta. Si stima che eventi così eccezionali possano verificarsi ogni 500 anni!

Un’attività magnetica solare di forte intensità e la formazione di macchie solari, che influiscono sull’aurora, hanno un ciclo di 11 anni. Il nuovo ciclo è iniziato nel 2008.

Negli ultimi undici anni, gli studiosi hanno rilevato circa 21.000 brillamenti e 13.000 nubi di plasma fuoriuscite dalla superficie solare. Il 2019-2020 sono dunque ottimi anni per vedere le aurore.

InItaliala visibilità delle aurore boreali è decisamente rara: ultimo fenomeno rilevante nella notte tra il17e il18 novembre1858.

Quando vedere l’aurora boreale e australe

I venti solari che causano le aurore sono difficili da prevedere, la stagione migliore è il periodo della notte polare: da settembre a marzo nell’emisfero nord, e viceversa nell‘emisfero sud, da marzo a settembre.

Tuttavia, nella zona prossima ai poli magnetici non c’è una stagione ideale, poiché in questo anello polare si verificano di eventi celesti di questo tipo circa 200 notti all’anno.

(Video) TROMSO cosa vedere in NORVEGIA 🇸🇯 AURORA BOREALE INCREDIBILE

Le luci sono visibili quando il cielo è limpido e chiaro, senza nuvole e, a tal proposito, è molto importante scegliere con cura e attenzione il luogo dal quale osservare questo spettacolo naturale. Per questo è fortemente consigliato scegliere luoghi dove l’inquinamento luminoso sia ridotto al minimo.

Si tratta di un fenomeno più frequente durante i periodi di intensa attività solare, periodi in cui ilcampo magnetico interplanetariopuò presentare notevoli variazioni in intensità e variazione.

  • In inverno si consigliano le zone interne del nord perché le zone costiere vengono comunque mitigate dal mare e ciò rende più difficile l’avvistamento, Prediligere per questo le zone secche.
  • Da fine autunno a inizio primavera dalle 18 all’1 di notte. Fondamentale è di trovarsi in una condizione di buio totale.

Dove vedere l’aurora boreale e australe

Per osservare l’aurora boreale e australe è opportuno trovarsi il più vicino possibile ai poli.

Infatti, il polo nord (aurora boreale) e sud (aurora australe) sono i luoghi più probabili sulla Terra dove è possibile ammirarla. Più ci si avvicina ai poli magnetici, più è alta la probabilità che si presenti.

Solo quando si verifica una potente tempesta solare, possono essere visibili fino alle medie latitudini. Ed è capitato anche in Italia, ma purtroppo resta un evento piuttosto raro.

Per essere sicuri di osservarle, bisogna andare nelle città più vicine alla ‘zona aurorale’, un anello che si trova tra 65°-75° di latitudine.

Per vederla poi l’altra condizione è cielo terso e buio. Per cui nel profondo Nord deve essere notte, ed i mesi più adatti sono quelli autunnali, invernali o all’inizio della primavera, dato che durante i mesi estivi il cielo è sempre abbastanza luminoso anche di giorno.

Ovviamente si verifica l’opposto per l’aurora australe, che sarà quindi visibile nel periodo di tarda primavera ed in estate, che corrispondono ai mesi di oscurità di questo emisfero.

Cielo sereno e temperature sotto lo zero di solito vanno di pari passo, quindi se il clima esterno è freddo c’è una buona possibilità per una buona visibilità.

Dove vedere l’aurora boreale

I luoghi della Terra consigliati e ad elevata possibilità di ammirare questo fenomeno nell’emisfero boreale sono, come detto, a 60°-70°di latitudine Nord e Sud.

I posti migliori per vedere l’aurora boreale nell’emisfero settentrionale sono i paesi scandinavi e il Canada. Qui l’aurora è stata a lungo osservata e persino celebrata. Lungo tutta l’area che collega Alaska centrale, Canada, sud della Groenlandia, Islanda e la parte settentrionale della Scandinavia, Svezia, Norvegia e Finlandia.

Ecco i luoghi più adatti:

  • Norvegia: la città di Tromsø le dedica ogni anno un festival all’aperto, la città di Alta ha acquisito il primo osservatorio nel 1899, e Kirkenes, posta al confine con la Russia sono i posti più adatti. Più a nord, le isole Lofoten e il selvaggio arcipelago delle Svalbard sono anch’essi dei buoni spot.
  • Finlandia: bisogna andare all’estremo nord della Lapponia finlandes,e, nella regione di Kittilä, una città situata a 170 km sopra il circolo polare, o nelle città di Inari, Kaamanen o sulle montagne di Kiilopäää
  • Svezia: ha una stazione dedicata situata in mezzo al nulla, l’osservatorio Aurora Sky Station all’interno del Parco Nazionale di Abisko. Ci si può arrivare in treno e poi in seggiovia.nella regione di Kiruna, Anche il villaggio di Jukkasjärvi, dove è costruito il primo hotel di ghiaccio, è un ottimo spot.
  • da metà settembre a fine marzo nella località di Kiruna. Uno dei posti privilegiati per avvistare l’aurora boreale è l’osservatorioAurora Sky Station all’interno del Parco Nazionale di Abisko.
  • Danimarca: ci sono le Isole Faroer, la Groenlandia e la città di Kangerlussuaq che offrono tutte uno spettacolo in uno scenario soprannaturale con ghiacciai e paesaggi artici.
  • Russia: meno noto è il profondo nord con punti di osservazione nel mezzo della tundra, particolarmente difficili da raggiungere. I più avventurosi si trovano nei pressi di Murmansk e Salekhard.
  • Islanda, lontano da Reykjavík e dalle luci della città, c’è il piccolo villaggio di Kálfafell ed il villaggio molto isolato di Sandgerdi.
  • Scozia: anche le Highland si trovano, sorprendentemente, alla stessa latitudine di alcune città norvegesi o canadesi. Le Ebridi e le Isole Shetland sono regioni preservate dall’inquinamento luminoso, un parametro importante per l’osservazione di queste danze celesti.
  • Canada e Alaska: hanno uno dei più bassi livelli di inquinamento. Il Parco Nazionale di Jasper, situato nella Riserva Naturale delle Montagne Rocciose, offre una buona visibilità del cielo. Le città di Fairbanks e Yellowknife sono ottimi luoghi per osservare l’aurora boreale.

Aurora boreale: origine, quando e dove vederla in Norvegia e Islanda (4)

  • Irlanda: nella contea di Donegal, famosa per i suoi paesaggi selvaggi e molto amata da migliaia di visitatori in particolare nella penisola di Inishowen.
  • Polo Nord: qui lo spettacolo è davvero mozzafiato…ma per pochi!

Dove vedere l’aurora australe: i posti migliori per ammirarla aurora boreale

Nell’emisfero Sud del mondo, il fenomeno dell’aurora australe richiede più o meno le stesse condizioni della boreale: cielo terso e notte buia. Tuttavia, poiché i continenti australi sono più lontani dal Polo Sud, le aurore sono meno intense e più basse. L’altopiano antartico è occupato da poche stazioni di ricerca, tra cui la franco-italiana.’Concordia’.

(Video) NORVEGIA: UN VIAGGIO SOTTO LE MAGICHE LUCI DELL' AURORA BOREALE 4K (SUB ENG)

I posti migliori per ammirare l’aurora australe sono:

  • Patagonia: all’estremità meridionale del continente sudamericano, questa terra condivisa dall’Argentina (punto di partenza è Ushuaia) e dal Cile (Punta Arenas), il periodo di osservazione ottimale è tra maggio e ottobre.
  • Nuova Zelanda meridionale è famosa per 2 siti, Mount John, vicino al lago Tekapo e Stewart Island.
  • Australia, sull’isola della Tasmania, a Mount Wellington, a Hobart, e al Cradle Mountain Nature Park, senza dimenticare Seven Miles Beach.

Aurora boreale nel 2020

Il 2020 è un anno con una buona probabilità di poterla vedere, a causa di una attività solare molto intensa iniziata nel 2008. Si consiglia dunque di organizzare il viaggio in autunno o inverno.

Ricordiamo sempre che non esiste la garanzia di poterla vedere perché l’evento è legato alle condizioni meteo e all’attività solare.

Si può però attestare che il fenomeno si manifesti 2 giorni su 3 nel periodo che va da ottobre-marzo e dunque la possibilità di potervi assistere è molto alta.

Consigli per ammirare l’aurora boreale

Ci sono molti siti che monitorano l’attività geomagnetica. Le loro previsioni permettono di stabilire gli orari e di prevedere le condizioni di visibilità.

Molte agenzie di viaggio specializzate in questo tipo di viaggi le utilizzano per organizzare e ottimizzare i loro viaggi.

Non va comunque dimenticato che:

  • non appare con certezza in una data o in un luogo, ma quando è il momento giusto: la pazienza è una virtù per questo tipo di avvistamento
  • in Islanda si verifica tutto l’anno, anche in estate, sebbene il cielo risulti essere molto chiaro.
  • è visibile anche in zone molto meno vicine al polo Nord, come la Scozia.

Aurora boreale in Islanda

La stagione ufficiale va da ottobre a marzo, ma come per tante altre cose che hanno a che fare con la natura islandese non è possibile dirlo con certezza.

Aurora boreale: origine, quando e dove vederla in Norvegia e Islanda (5)

Ad esempio, le prime aurore boreali della stagione a Reykjavík sono state viste verso la metà di agosto. Le condizioni ideali per vederle sono quando fuori fa freddo e buio e l’attività dell’aurora è alta.

Il freddo di per sé non è un fattore, ma il cielo deve essere terso, che di solito si verifica nelle notti molto fredde.

Purtroppo Reykjavík è di solito piuttosto nuvoloso, il che è un problema se siete a caccia di quelle mistiche luci verdi.

Le immagini ed i video più belli

Cominciamo con una sequenza di foto altamente spettacolari e da non perdere.

  • SCOPRI LE FOTO DELL’AURORA BOREALE: 11 IMMAGINI

Ed ora un bel video di questo affascinante fenomeno naturale.

Mai avevamo visto un video così chiaro e soprattutto così bello che riprendesse questo fenomeno.

Merito del fotografo che si è spinto nell’estremo Nord della Norvegia per regalarci queste immagini di una bellezza incredibile.

Pensavamo di avervi giù proposto tutti i migliori video sull’aurora boreale in passato, ma questo ci ha fatto davvero ricredere.

(Video) Cos'è l'aurora boreale e come si forma?

E’ stato girato con l’ormai stranota tecnica del time lapse. Si svolge in un arco di tempo di ben tre anni, in Svezia, più precisamente presso il Parco Nazionale di Abisko, nella provincia del Lapland.

Qualche consiglio per i vostri viaggi

Suggerimenti utili per viaggiare più comodi ed in modo più amico dell’ambiente.

  • Guida al trekking: per riscoprire un turismo tranquillo nella natura ricco di benefici per corpo e mente
  • Migliori scarpe da trekking
  • Tutto sull’albergo diffuso.

FAQs

Quando vedere l'aurora boreale in Islanda 2022? ›

Il periodo migliore per vedere l'aurora boreale nel 2022 è quello che va tra settembre e marzo, in linea generale il momento migliore è in corrispondenza dei due equinozi, ovvero l'equinozio d'autunno e l'equinozio di primavera, durante le prime ore della notte, tra le 21 e l'una di notte.

Quando è possibile vedere l'aurora boreale in Norvegia? ›

Tra fine settembre e fine marzo nella Norvegia settentrionale fa buio dal primo pomeriggio fino a tarda mattina ed è più frequente che in cielo compaia l'aurora boreale.

Dove si può vedere l'aurora boreale in Norvegia? ›

Uno dei luoghi più indicati per la ricerca dell'aurora polare è senz'altro rappresentato dalle isola Svalbard, che si trovano nel mezzo dell'Oceano Artico, a metà strada tra la Norvegia e il Polo Nord. In particolare qui c'è un luogo in cui i viaggiatori provenienti da tutto il mondo si recano per vedere l'aurora.

Dove è più facile vedere l'aurora boreale? ›

La Lapponia - ovvero la porzione settentrionale della Scandinavia, divisa tra Norvegia, Finlandia, Svezia e Russia - è probabilmente il luogo migliore dove vedere un'aurora boreale. In generale, è valida la regola - lo dimostrano le ricerche scientifiche!

Dove vedere aurora boreale marzo 2022? ›

La regola generale per scegliere il luogo in cui vedere l'aurora boreale, per avere più probabilità di assistere allo spettacolo, è che sia un posto dal clima freddo (ma non troppo) e secco. I posti migliori sono: le Isole Lofoten e Tromsø, in Norvegia Settentrionale, la Lapponia svedese, la Finlandia e l'Islanda.

Qual è il periodo migliore per andare in Norvegia? ›

Da giugno ad agosto. È il periodo migliore per fare un viaggio in Norvegia.Se hai la possibilità di partire in estate, potrai avventurarti in tutto il Paese e visitare tutte le regioni. Le giornate sono più lunghe e le temperature sono più piacevoli.

Quanto tempo dura l'aurora boreale? ›

Quanto dura un'Aurora Boreale? Tutto è molto variabile e dipende dall'intensità del vento solare durante il periodo di osservazione. Può durare 5-10 minuti e poi non farsi più vedere per il resto della notte come può durare per ore e ore o per tutta la notte con fasi di maggiore e minore intensità.

Quando andare in vacanza in Islanda? ›

Clima, quando andare: Il periodo ottimale per fare un viaggio in Islanda va da Maggio ad Agosto. Le ore di sole in questi mesi sono circa 20 e la temperatura media si aggira sui 10° (Luglio), a differenza dell'inverno (Gennaio) quando la temperatura media è di 0° (Reykjavik).

Quando si è vista l'aurora boreale in Italia? ›

In Italia la visibilità delle aurore boreali è abbastanza rara, ma nella notte tra il 17 e il 18 novembre 1848 il fenomeno fu talmente intenso ed esteso da essere visibile anche a basse latitudini.

Quando si vede l'aurora boreale ad Oslo? ›

Il periodo migliore per vedere l'Aurora Boreale in Norvegia va da settembre ad aprile. Prendendo in considerazione le condizioni meteo, la probabilità di piogge e le ore di buio, i periodi migliori sono dicembre e marzo.

Qual è il periodo migliore per vedere l'aurora boreale? ›

Nell'emisfero settentrionale, la stagione delle Aurore Boreali va da fine settembre o inizio ottobre a fine marzo. Più o meno in coincidenza degli equinozi, i fenomeni di aurora boreale sono più frequenti!

Quanti giorni ci vogliono per visitare l'Islanda? ›

Un minimo di 1 settimana in Islanda è l'ideale, ma visitare fino a 2 o anche 3 settimane ti permetterà di vedere più di questo bellissimo paese nello stesso viaggio. Soggiornare per meno di 7 giorni in Islanda è ancora fattibile, ma non c'è dubbio che vorrai tornare di nuovo per vedere e fare di più.

Quanto dura la notte in Islanda? ›

Si passa quindi dalle 3 ore di buio dell'estate alle 4-5 ore di sole dell'inverno, ma tenete presente che questi dati si riferiscono di Reykjavík: se ci si sposta ad esempio nelle località del nord, come Akureyri, si ha appena un'ora e mezza di buio in estate e 3 ore di luce a dicembre-gennaio.

Quanto costa dormire in Islanda? ›

Dormire in Islanda: costi di hotel, guesthouse e appartamenti
Tipo di strutturaPrezzo per notte
Hotel 3*-4*130€-170€
Ostello Un letto in dormitorio20€-40€
Appartamento Stanza privata o intero70€-160€
Guesthouse70€-100€

Quando andare a vedere l'aurora boreale 2023? ›

Tra la fine di settembre e la fine di marzo ci sono dalle 10 alle 18 ore di buio quindi è il momento perfetto per organizzare un viaggio con scopo aurora boreale. Se volete fare centro però assicuratevi di andare tra fine Novembre e fine Gennaio: è il periodo migliore in assoluto.

Quando si vede l'aurora boreale a Tromso? ›

Il periodo migliore per vedere l'aurora boreale a Tromsø è tra settembre e aprile, mentre quello migliore per l'avvistamento balene è tra novembre e gennaio.

Dove si trovano le orche in Norvegia? ›

Tromso. A Tromso, in una delle tante filettature della Norvegia, si possono ammirare le orche da novembre a fine gennaio. Dopo di che questi enormi delfini (perché, in fondo, di delfini si tratta) si sposteranno nei mari tropicali.

Come si arriva alle isole Lofoten? ›

Come raggiungere le isole Lofoten

❄ In aereo: bisogna raggiungere Oslo dall'Italia e poi volare successivamente su Bodø in circa un'ora e mezza, per poi prendere un altro aereo per le Lofoten per circa 20-30 minuti. Oppure, sempre da Oslo, si può volare su Evenes/Harstad Narvik e poi spostarsi con altri mezzi.

In che cosa consiste l'aurora boreale? ›

L'Aurora Boreale è un fenomeno luminescente di origine elettromagnetica che si verifica negli strati alti della nostra atmosfera (circa tra i 100 e 400 chilometri) ed è dovuto all'interazione delle particelle cariche di energia che, tramite il vento solare, impattano il nostro campo magnetico perturbandolo, dando il ...

Quante ore dura la notte in Norvegia? ›

Durante il periodo invernale, infatti, la notte dura 24 ore, ovvero il sole non sorge mai. Per essere precisi il fenomeno ha due cicli che differenziano, in qualche modo, il giorno dalla notte. Nella parte diurna infatti si avrà un periodo più vicino alla luce del crepuscolo e di notte piena durante le rimanenti ore.

Quanto costa fare un viaggio in Norvegia? ›

Quanto costa un viaggio in Norvegia (di 10 giorni)
Biglietto aereo andata e ritorno (prenotando con largo anticipo)190 €
Pernottamento 10 notti (dividendo le stanze ed i costi in 3)319 €
Costo per mangiare75 €
Attività ed escursioni200 €
Costo totale per un viaggio in Norvegia di 10 giorni ad agosto1.727€
3 more rows
7 Jun 2022

Quando ci sono le aurore boreali in Islanda? ›

In Islanda, la stagione ufficiale delle aurore boreali va da ottobre a marzo, le fantasmagoriche luci sono state avvistate anche molto prima, ad esempio in agosto, e più tardi, in aprile.

Quanto costa un viaggio per vedere l'aurora boreale? ›

Sul mercato i prezzi variano in genere tra i 1.200 e 1.400 euro per persona, a seconda del tipo di attività corollarie, a cui vanno aggiunti le spese dei voli da e per l'Italia, e quindi si parla di cifre intorno o superiori ai 1500 euro a testa.

Quali sono i colori dell aurora boreale? ›

Le aurore boreali possono assumere vari colori, dal verde al blu fino al rosso, al rosa e all'arancio. Il verde, però, è la tonalità più frequente.

Quante ore di volo ci sono da Milano in Islanda? ›

Quanto dura il volo da Italia a Islanda? La durata media del viaggio tra Italia e Reykjavík (Islanda) è di 5 ore e 7 minuti.

Come e cosa si mangia in Islanda? ›

Cosa si mangia in Islanda?
  • Squalo fermentato.
  • Testicoli di montone.
  • Merluzzo essiccato.
  • Brennivin.
  • Skyr.
  • Agnello.
  • Hot Dog di Reykjavik by Pylsur.
  • Pane di segale cotto sotto terra.
23 Mar 2022

Dove si forma l'aurora boreale? ›

Le migliori destinazioni per vedere l'aurora boreale sono il nord della Scandinavia, la Lapponia svedese, la Finlandia, la Norvegia, l'Islanda , le isole del nord della Scozia, il Canada, l'Alaska e la Groenlandia: tutti paesi che si trovano nella zona conosciuta come ovale aurorale.

Dove vedere aurora boreale 2023? ›

2023 - SOTTO L'AURORA BOREALE IN ISLANDA E GROENLANDIA - Islanda.it.

Chi ha scoperto l'aurora boreale? ›

Nel XIX secolo, Kristian Birkeland, fisico norvegese nato a Oslo il 13 dicembre 1867, fornì la prima spiegazione del fenomeno: un evento prodotto dal flusso di radiazioni che provengono dal Sole e, entrando in contatto con il campo magnetico della Terra, danno origine a particelle elettriche che a contatto con l' ...

Come si visitano i fiordi? ›

Ci sono molti modi per visitare la Norvegia ed i suoi fiordi, in auto con la vostra macchina, in crociera in nave, con traghetti e battelli, oppure con il treno. Alcuni degli itinerari più suggestivi sono composti da tratte fatte con mezzi diversi, per esempio: treno+battello, oppure auto+battello.

Come si arriva in Norvegia dall'italia? ›

La più semplice e veloce ovviamente è quella di affidarsi ai voli aerei! La compagnia di bandiera norvegese SAS (www.flysas.com) collega Oslo con Roma (2 voli settimanali diretti) e Milano (5 voli settimanali diretti). Anche la compagnia irlandese Ryanair (www.ryanair.com) offre voli low cost per la Norvegia.

Quando vedere l'aurora boreale alle isole Lofoten? ›

Per vedere l'aurora boreale alle Isole Lofoten puoi considerare il periodo che va tra novembre e marzo. Per vedere la Notte Polare, evento che comunque è parziale in questa parte dell'emisfero, puoi considerare di andare da metà novembre circa fino alla fine del mese di gennaio.

Cosa serve per fotografare l'aurora boreale? ›

Per l'aurora boreale utilizza l'impostazione più bassa possibile per il tuo obiettivo, come f/1.4–f/4. Un ISO più alto aggiunge più luce alla tua foto. L'ideale è tra 800 e 3200 ISO, a seconda della presenza di altre fonti luminose come la luna. Utilizza la messa a fuoco manuale per avere il risultato migliore.

Cosa c'è in Lapponia? ›

Un viaggio in Lapponia deve includere una tappa nella sua capitale, Rovaniemi, la famosa città di Babbo Natale. Infatti è proprio qui, a un passo dal Circolo Polare Artico, che si trova il Santa Claus Village, dove il simpatico uomo barbuto lavora duramente, estate e inverno, con i suoi amatissimi elfi.

Quando c'è l'aurora boreale in Finlandia? ›

Tra settembre e marzo, il periodo migliore per riuscire a vedere l'aurora, la Lapponia settentrionale gode di questo spettacolo una notte su due, quando il cielo è sereno. Nella Finlandia meridionale, invece, è visibile solo circa 10-20 notti all'anno.

Quando si può vedere l'aurora boreale in Finlandia? ›

Nella Lapponia finlandese, l'aurora boreale è più visibile da fine agosto ad aprile. E all'interno del circolo polare artico, il sole non tramonta affatto durante l'estate: più vai a nord, più a lungo il sole rimane alto.

Quanto costa un viaggio per vedere l'aurora boreale? ›

Sul mercato i prezzi variano in genere tra i 1.200 e 1.400 euro per persona, a seconda del tipo di attività corollarie, a cui vanno aggiunti le spese dei voli da e per l'Italia, e quindi si parla di cifre intorno o superiori ai 1500 euro a testa.

Videos

1. L'AURORA BOREALE PIÚ BELLA DI SEMPRE • Avventura Artica in Lapponia!
(HumanSafari)
2. Cosa fare a TROMSO ● Aurora Boreale in NORVEGIA Ep.1
(Coast to Costans)
3. Aurore boreali in Norvegia
(Urbano Marco De Ritis)
4. Viaggio organizzato in Norvegia per vedere l'Aurora Boreale
(Il viaggio che ti manca)
5. Norvegia - Oslo e Fiordi Norvegesi con aurora boreale da urlo
(Laura Cuini)
6. A caccia dell'aurora boreale in Islanda - Backpackers Academy
(Trip Therapy Claudio Pelizzeni)

Top Articles

Latest Posts

Article information

Author: Carmelo Roob

Last Updated: 01/09/2023

Views: 5951

Rating: 4.4 / 5 (65 voted)

Reviews: 88% of readers found this page helpful

Author information

Name: Carmelo Roob

Birthday: 1995-01-09

Address: Apt. 915 481 Sipes Cliff, New Gonzalobury, CO 80176

Phone: +6773780339780

Job: Sales Executive

Hobby: Gaming, Jogging, Rugby, Video gaming, Handball, Ice skating, Web surfing

Introduction: My name is Carmelo Roob, I am a modern, handsome, delightful, comfortable, attractive, vast, good person who loves writing and wants to share my knowledge and understanding with you.